Autore: Rossella Pera

Rossella Pera

Autrice. Laureata in Scienze storiche, specializzata in Storia del Pensiero Politico Contemporaneo. Articolista e docente nelle scuole superiori. Da sempre impegnata nella lotta contro la criminalità organizzata, riceve nell'ottobre 2022 l'onorificenza Premio Giorgio Ambrosoli.

Alla c.a. Mauro Del Bue – Direttore “La Giustizia” Egregio Direttore, con riferimento all’articolo a firma Rossella Pera, intitolato “Caso Orlandi. Così è se, quando, dove e come vi pare”, si chiede la pubblicazione integrale della seguente rettifica, come previsto dall’articolo 8 della Legge n. 47 dell’8 febbraio 1948. Nel paragrafo intitolato “Pierluigi Magnesio” si rileva l’omessa citazione del canale YouTube “Indagini Aperte” quale fonte delle informazioni trattate. Un’assenza che: impedisce ai lettori di capirne la provenienza; risulta discriminatoria nei nostri confronti visto che, sempre nello stesso articolo, è citata la trasmissione televisiva “Verissimo”; viola il comma e) dell’articolo 9…

Leggi tutto

Premessa 13 Febbraio 1970 esce il disco che rivoluziona la storia del rock, il capostipite di un genere tra i più fortunati, sempre in divenire nelle sue pressoché infinite declinazioni: il metal.  Che poi ci sarà chi avrà da eccepire, perché nel rock le suddivisioni stilistiche, tecnicamente parlando, sono differenti. Per noi che il rock lo viviamo, spesso lo subiamo, fondamentalmente lo amiamo, il tecnicismo pignolo e accademico è un sofisma che lasciamo con gran piacere a quelli che non vengono ai concerti perché si sente male, e che riescono ad ascoltarsi un intero album dei DreamTeathre senza dover andare…

Leggi tutto

Premessa Quanto mi accingo a rappresentarvi è un episodio poco conosciuto e particolarmente curioso, che non potrà non scatenare una serie di interrogativi e riflessioni. Quando ne venni a conoscenza pensai che si trattasse di uno scherzo, di una bufala e lasciai perdere, essendo occupata in altre ricerche. Ormai il tarlo si era però insinuato, così ho iniziato ad approfondire la questione, le conferme hanno tardarono ad arrivare: il caso Estermann è l’esatta fotocopia di un altro caso avvenuto nella Santa Sede nell’immediato dopoguerra. Non è simile, è identico, salvo i sopravvissuti. L’ Opus Dei Alois Esterman, capo della gendarmeria…

Leggi tutto

Nella mia giovinezza ho navigato lungo le coste dalmate. Isolotti a fior d’onda emergevano, ove raro un uccello sostava intento a prede, coperti d’alghe, scivolosi, al sole belli come smeraldi. Quando l’alta marea e la notte li annullava, vele sottovento sbandavano più al largo, per fuggirne l’insidia. Oggi il mio regno è quella terra di nessuno. Il porto accende ad altri i suoi lumi; me al largo sospinge ancora il non domato spirito, e della vita il doloroso amore. -Umberto Saba- Premessa Ancora oggi non siamo in grado di quantificare il numero delle famiglie italiane travolte dalla ferocia dei partigiani…

Leggi tutto

Premessa Negli ultimi giorni abbiamo assistito a una serie di apparenti colpi di scena legati alla vicenda di Emanuela Orlandi. In ordine cronologico, abbiamo registrato l’intervista a Pierluigi Magnesio, un vecchio amico e spasimante della ragazza, e le dichiarazioni di Pietro Orlandi riguardo a una lettera che gli è stata consegnata circa un anno fa da un ex membro dei NAR. Rispetto a Magnesio, farò alcune riflessioni qui sotto. Per quanto riguarda la lettera che informerebbe di una gravidanza avvenuta nel 1993, in cui Emanuela sarebbe stata assistita a Londra, non più presso una struttura simile a un ostello a…

Leggi tutto

Premessa Capita spesso che la foga personale e gli umori del nostro stomaco, più o meno cronicizzati, finiscano per cancellare non solo qualsiasi senso di obiettività, ma anche il ben più importante barlume di umanità. Come in politica, anche sul piano professionale ho sempre fatto mia la massima di Pietro Nenni “La Politica non si fa col sentimento, figuriamoci col risentimento” e se sono caduta, anche spesso, sono caduta sul sentimento, che può far fare qualche cazzata, ma mi concede di posare serena la testa sul guanciale. Le ultime 72 ore hanno regalato a coloro che seguono la drammatica vicenda…

Leggi tutto

Come sempre, cliccate sui link. Ogni generazione ha sempre trovato il modo di classificarsi, rispetto ai propri coetanei, seguendo dei parametri che di epoca in epoca sono andati mutando. Al di là dell’intramontabile polarizzazione politica, la mia generazione, la pessima generazione dei Millennials, è andata classificandosi a seconda della musica che si ascoltava. I ragazzi della generazione successiva, la Gen Z, ma anche la Gen Alpha inizia a dare segnali analoghi, si classifica a seconda del tipo di disagio. Siamo passati da genitori omologati nel mantra “Questa casa non è un albergo”, “puoi anche stare a casa una sera che…

Leggi tutto

Premessa Nelle ultime settimane, abbiamo visto tornare in auge un’immagine di Marco Accetti, che ritrae una giovane donna posizionata in un sepolcro, in due differenti postazioni. L’immagine è disponibile da anni, come molte altre sue realizzazioni, sul suo sito personale, di cui avrò modo di parlare nei prossimi articoli ad esse dedicate. Personalmente, nonostante siano portatrici di un certo disagio, non avevo mai rivolto particolare considerazione a tali rappresentazioni. Sia perché, dal punto di vista artistico, stilistico e semantico, ve ne sono altre ben più interessanti, sia perché ero convinta si trattasse di mera provocazione, anche se, oggettivamente, queste realizzazioni…

Leggi tutto

Premessa Siamo tutti in attesa di qualche notizia rispetto a questa Commissione parlamentare d’inchiesta che dal sembrare imminente l’indomani del voto alla Camera, pare ora voler andare a babbo morto, dal momento che dall’eternamente posticipata votazione in Senato, è già trascorso più di un mese e ancora, questi quaranta nomi, non sono stati indicati. Rallegriamoci perché mai nella storia della Repubblica si vide un corpo parlamentare tanto solerte e zelante rispetto al proprio lavoro, da non riuscire ad individuare quaranta commissari: sono tutti troppo occupati nella loro febbrile funzione di legiferatori Che si stiano esercitando pressioni, e che da certi…

Leggi tutto