Autore: Massimo Carugno

Massimo Carugno

Vice Direttore. Nato nel 1956, studi classici e poi laurea in giurisprudenza, oggi è avvocato nella sua città, patria di Ovidio e Capograssi: Sulmona. Da bambino, al seguito del padre ingegnere, ha vissuto, dall’età di 6 sino ai 12 anni, in Africa, tra Senegal, Congo, Ruanda, Burundi, rimanendo anche coinvolto nelle drammatiche vicende della rivolta del Kivu del 1967. Da pochissimi anni ha iniziato a cimentarsi nell’arte della letteratura ed ha già pubblicato due romanzi: “La Foglia d’autunno” e “L’ombra dell’ultimo manto”. È anche opinionista del Riformista, di Mondoperaio e del Nuovo giornale nazionale. Impegnato in politica è attualmente membro del movimento Socialista Liberale.

E già, a quanto pare a Bruxelles se la sono fatta addosso. Una marcia indietro, quella di Ursula, che era stata anticipata dalle timide e non credute aperture annunciate giovedì scorso. Eravamo al culmine delle proteste e i trattori avevano invaso le piazze di Bruxelles paralizzando la capitale belga. E così la mano ferma della presidente della commissione europea è diventata una mano tesa colma di carità politica. “l nostri agricoltori meritano di essere ascoltati” ha detto ieri Ursula von der Leyen, alla Plenaria del Parlamento europeo, annunciando che proporrà al collegio dei commissari il ritiro della proposta di norma…

Leggi tutto

A tutto tondo l’intervento di Calenda a Pescara per presentare il suo libro “Il Patto”, ma anche per lanciare la campagna elettorale per le elezioni regionali abruzzesi del prossimo 10 marzo. Di fronte a una sala gremita, e con molta gente senza il posto assiepata all’ingresso, e con al suo fianco il candidato governatore Luciano D’Amico, il leader di Azione, dopo una breve presentazione del segretario regionale Giulio Sottanelli, ha esposto il suo pensiero politico sulle vicende della politica nazionale, una sintesi delle pagine del suo saggio. “In politica ci vuole cultura,” è il suo esordio, “anche per dare il…

Leggi tutto

La protesta dei trattori approda alla capitale. “Porteremo la protesta a Roma”, ha detto il leader della rivolta Danilo Calvani, “nei prossimi giorni ammasseremo i trattori fuori dalla città. Non ci saranno blocchi, ma sicuramente disagi: ci aspettiamo migliaia di adesioni da tutta Italia. Tra domani e dopodomani comunicheremo le date e i luoghi. Nei giorni successivi cominceremo a spostare i mezzi.” Ma non è solo nella città eterna, la protesta divampa in tutta Europa, dall’Olanda, al Belgio, dalla Francia alla Germania. La rivolta dei trattori sta sostituendo la rivolta dei forconi di 12 anni fa. In verità la protesta…

Leggi tutto

L’On.le Giulio Cesare Sottanelli, Segretario regionale di Azione e Gianni Padovani, Presidente regionale della Associazione Socialista Liberale hanno emesso il seguente comunicato stampa in relazione alla composizione delle liste per le elezioni regionali d’Abruzzo del prossimo10 marzo. “Esprimiamo grande soddisfazione per la candidatura dell’Avv. Emma Zarroli alle elezioni regionali del 10 marzo, nella lista di AZIONE – Socialisti Popolari Riformatori a sostegno di Luciano D’Amico Presidente. Emma non ha certamente bisogno di presentazioni: professionista di grande qualità ed esperienza, impegnata da sempre nella salvaguardia dei diritti civili e nella promozione della condizione della donna, protagonista di mille battaglie per la…

Leggi tutto

https://youtu.be/sWa5vE4MUpU?si=nWiXsKrJOrRzNKBL Step by step è il titolo di una canzone di Annie Lennox resa celebre dalla strepitosa interpretazione di Whitney Houston. È anche un metodo, una filosofia organizzativa, un percorso che chi è saggio si dà per raggiungere in sicurezza i propri obiettivi e completare le mission che si è posto. Non ce ne siamo accorti ma è passato un anno dall’esordio di questo giornale nel panorama della politica italiana. Era il 26 gennaio 2023 quando, alla mezzanotte, avevamo dato il via alla prima pubblicazione. Il cammino di questa testata è andato di pari passo con il cammino di quella…

Leggi tutto

Nadia Nadim è nata e cresciuta a Herat, città dell’Afghanistan, e sin da bambina aveva manifestato una certa passione per lo sport e per il calcio in particolare. Fu suo padre, generale dell’esercito afgano, a donarle il primo pallone con il quale iniziò a giocare nel cortile di casa, lontano dagli occhi repressivi di una società che ripudia il calcio e che considera questo sport come un prodotto per la distrazione di massa e la colonizzazione occidentale. Nel 2000 il padre Rabani fu sequestrato e assassinato dai talebani e lei e la sua famiglia dovettero fuggire dall’Afghanistan. Dopo essere passati…

Leggi tutto

‎Olocausto, shoah, è la grande tragedia della storia che viene ricordata il 27 gennaio. Sono i termini con cui, nell’accezione comune, viene indicato lo sterminio degli ebrei da parte dei nazisti anche se hanno etimologie e significati diversi. Il primo, utilizzato prevalentemente nel quarantennio immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale, trova la sua etimologia nel greco antico ( òλόκαυστος, composto da öλος tutto e καίω brucio). Con questo lemma si evoca, sotto il profilo storico, il rituale diffuso tra diversi popoli dell’antichità, tra cui greci, i romani ma anche gli ebrei, che prevedeva il sacrificio di un animale che veniva…

Leggi tutto

Tutti insieme appassionatamente. Il Consiglio dei ministri ha varato il decreto legge che introduce l’election day fissando le elezioni europee all’8 e 9 giugno con possibilità di accorpare amministrative e regionali. Per favorire la più ampia partecipazione al voto, il testo prevede, tra l’altro, che per tutto il 2024 le votazioni relative a elezioni e referendum si svolgano in due giornate anziché in una sola, come previsto dal 2014 dalla legge 27 dicembre 2013, n. 147. In considerazione del fatto che, su decisione del Consiglio europeo, le elezioni per il Parlamento europeo si svolgeranno, in tutta l’Unione Europea, tra giovedì…

Leggi tutto

La riforma è stata votata al Senato e, dopo la probabile approvazione alla Camera, la autonomia differenziata avrà fatto i suoi passi verso la sua adozione definitiva. La Lega esulta e sventola la bandiera della Serenissima. L’auspicio dei padani è che l’ok definitivo arrivi prima delle europee. La protesta delle opposizioni è nel segno del tricolore e dell’Inno di Mameli. Il casus belli prende le mosse dai livelli essenziali di prestazioni, conosciuti come Lep, (che in base alla Costituzione tutelano i “diritti civili e sociali” di cittadine e cittadini). Sono uno dei punti più contestati della proposta, perché secondo il…

Leggi tutto