Autore: Massimo Carugno

Massimo Carugno

Vice Direttore. Nato nel 1956, studi classici e poi laurea in giurisprudenza, oggi è avvocato nella sua città, patria di Ovidio e Capograssi: Sulmona. Da bambino, al seguito del padre ingegnere, ha vissuto, dall’età di 6 sino ai 12 anni, in Africa, tra Senegal, Congo, Ruanda, Burundi, rimanendo anche coinvolto nelle drammatiche vicende della rivolta del Kivu del 1967. Da pochissimi anni ha iniziato a cimentarsi nell’arte della letteratura ed ha già pubblicato due romanzi: “La Foglia d’autunno” e “L’ombra dell’ultimo manto”. È anche opinionista del Riformista, di Mondoperaio e del Nuovo giornale nazionale. Impegnato in politica è attualmente membro del movimento Socialista Liberale.

https://www.youtube.com/watch?v=i_pgfm9cv9g La supermedia e gli ultimi sondaggi di Alessandra Ghisleri fanno chiarezza, specie per quelle forze politiche che si aggirano attorno al fatidico 4%. Ovviamente il nostro occhio si posa sulle quotazioni di Azione che raggiunge il 4% e svetta oltre la soglia minima di ammissione alla ripartizione dei seggi. Di rilievo la costanza del dato che la stessa Ghisleri sottolinea affidando però agli ultimi giorni le fasi decisive della scelta del voto.

Leggi tutto

Come sempre Matteo Salvini si accoda. Del resto, dopo la funesta parentesi vissuta dal nostro paese in cui era passato come il salvatore della patria, pare che quella di fare la coda e il codazzo agli altri sia il suo destino. “Come sempre, Matteo Salvini e Marine Le Pen sono perfettamente allineati e concordi”, ha dichiarato recentemente. In effetti si tratta, a poco meno di tre settimane dal voto europeo, della frattura all’interno del gruppo Identità e democrazia. Il Rassemblement National di Marine Le Pen ha comunicato che non siederà più con AfD, il partito tedesco di estrema destra, nella…

Leggi tutto

Continuiamo con la pubblicazione di una serie di interviste fatte ai candidati, espressione del nostro movimento alle elezioni europee. Saranno utili per permetterci di conoscere le persone, il loro pensiero, i loro progetti, per decidere di sceglierli e di votarli. Oggi presentiamo Giuditta Righetti candidata alle europee nel collegio del Centro.. 1.- per quali motivi è nata la sua passione politica Sono nata e cresciuta in una famiglia di socialisti, nonno materno, papà e mamma hanno sempre fatto politica attiva e quindi fin da piccola ho partecipato a manifestazioni, convegni, campagne elettorali, e a scuola sono sempre stata punto di…

Leggi tutto

Continuiamo con la pubblicazione di una serie di interviste fatte ai candidati, espressione del nostro movimento alle elezioni europee. Saranno utili per permetterci di conoscere le persone, il loro pensiero, i loro progetti, per decidere di sceglierli e di votarli. Oggi presentiamo Massimo Seri candidato alle europee nel collegio del Centro. 1.- per quali motivi è nata la sua passione politica. L’idea di poter in qualche modo contribuire allo sviluppo della mia città mi ha sempre accompagnato fin da giovane. Questo desiderio di partecipare alla vita pubblica mi ha portato, già da ragazzo, ad impegnarmi prima nel volontariato e subito…

Leggi tutto

Inizia, con questo articolo, la pubblicazione di una serie interviste fatte ai candidati, espressione del nostro movimento, sia alle elezioni europee che alle amministrative nelle vesti di sindaco. Saranno utili per permetterci di conoscere i candidati, il loro pensiero, i loro progetti, per decidere di sceglierli e di votarli. Oggi presentiamo Giuseppe Rossodivita candidato alle europee nel collegio del sud. 1.- per quali motivi è nata la sua passione politica. Vengo dallo scoutismo e ho sempre sentito l’esigenza di impegnarmi per lasciare il mondo un po’ migliore di come l’ho trovato. Da giovane avvocato mi accorsi subito che il sistema…

Leggi tutto

Uno dei limiti più devastanti della società consumistica è la perdita, da parte dell’individuo, della percezione del concetto di sostanza. Delle cose così come delle persone. Una devianza che ci porta a guardare al marchio o meglio a quello che gli snobbetti, che pensano che parlare inglese sia fico e che pronunciano 10 parole inglesi ogni 15, chiamano brand. E dai non mi dite che non avete mai sentito dire, da qualche amica o amico, che le cose cinesi non le comprerebbe mai e poi mai, per poi accompagnarli in qualche boutique dove si vendono solo cose griffate, per vederli…

Leggi tutto

di Giovanni Crema Dopo il rifiuto della maggioranza in Consiglio Comunale di conferire la *cittadinanza onoraria a Matteotti* e di *ritirarla contestualmente a Mussolini*, lo storico Mimmo Franzinelli ha deciso di presentare il suo libro _”Matteotti e Mussolini. Vite parallele dal socialismo al delitto politico”_ proprio a Maserà. Ha chiesto di poterlo fare i primi di maggio, ma gli è stata negata la sala. Saputo il fatto, come gruppo consiliare Comunità e Territorio, *dopo esserci accertati che il 21 maggio il salone della Casa delle Associazioni fosse libero*, come effettivamente ci era stato confermato al telefono, abbiamo presentato richiesta di…

Leggi tutto

Il premier slovacco Fico è stato oggetto di un attentato da parte di una persona che ha sparato contro lui 4 colpi d’arma da fuoco. Fico, che politicamente è cosiderato vicio a Orban, è stato ferito  subito dopo una riunione di governo a Handlova, vicino Bratislava, davanti a un centro culturale della città. Il leader slovacco, colpito all’addome, al petto e ad un arto, è stato prontamente trasportato in eliambulanza in ospedale. La BBC riferisce che il presunto aggressore sarebbe stato arrestato dalla polizia. Le prime ricostruzioni dei media sottolineano che l’attentatore, che si nascondeva tra la folla radunata davanti…

Leggi tutto

Mentre il ministro Abodi, quello che si occupa anche di sport e arti pedatorie per intenderci, sta attuando un autentico piano Barbarossa cercando invadere il mondo del calcio con la istituzione di una sorta di cupola governativa destinata a dare la patente di buon andamento economico alle singole società sportive, su un altro fronte, dove invece il governo dovrebbe davvero intervenire l’abs non riesce a silenziare il forte sibilo derivante da una schiacciata di freni degna di Verstappen. Parliamo della magistratura e del progetto di Nordio, auspicato da tutto il mondo riformista e garantista della politica italiana, di separare le…

Leggi tutto

Ed è arrivata, la stavamo aspettando e avevamo detto che ci sarebbe stata una sorpresa. Non avevano potuto scrivere di più, nel pezzo di presentazione dei candidati, perché ci aveva chiesto riservatezza dovuta alla delicatezza del momento derivante da particolari intrighi che si stavano tessendo ma ora è ufficiale. Dopo Oreste Pastorelli e Francesca Dall’Aglio, un’altra dei tanti meravigliosi compagni che popolano la nostra comunità socialista-liberale sarà in campo per diventare sindaco della sua città. È Francesca D’Ambra che con la lista Malvito Futura sfiderà altri 3 concorrenti nella corsa che comincia oggi e termina il 9 giugno. “Ecco il…

Leggi tutto